Glossario DupliTrade

Questa sezione offre definizioni dei termini chiave usati nel forex e nel trading automatizzato.è essenziale leggerla per gli utenti che cercano di capire il linguaggio del mercato.

  • A

    • L'uso di sistemi informatici per generare ordini di acquisto e vendita, o segnali, che vengono eseguiti automaticamente. È anche conosciuto come "trading algoritmico", "trading black-box" e "trading robotico".

    • Un calcolo del profitto lordo diviso per il numero di scambi redditizi in USD.

    • Il periodo medio di durata di ogni operazione, in ore.

    • Un calcolo della perdita lorda di un sistema diviso per il numero di operazioni in perdita in USD.

  • B

    • Il prezzo al quale il mercato è disposto ad acquistare una valuta specifica in una coppia. A questo prezzo, che è indicato sul lato sinistro della quotazione, il trader può vendere la valuta di base.

    • La prima valuta elencata in una citazione, che mostra quanto vale come misurata rispetto alla seconda valuta.

  • C

    • Qualsiasi forma di denaro emessa da una banca centrale o da un governo che viene utilizzata come moneta legale e come base per il trading.

    • Le due valute che costituiscono un tasso di cambio estero; per esempio, GBP / USD.

    • I simboli usati per indicare le valute. Tra i più comunemente usati ci sono: AUD - Dollaro australiano CAD - Dollaro canadese EUR - Euro JPY - Yen giapponese GBP - Sterlina britannica CHF - Franco svizzero

  • D

    • Il numero di giorni da quando il sistema ha generato il suo primo segnale di trading.

  • F

    • Questo si riferisce alla valuta estera, allo scambio di una valuta per un'altra. Mentre la maggior parte del trading è fatto da poche centinaia di istituzioni, il Forex viene scambiato "over the counter" su un sistema interbancario, una rete di diverse migliaia di banche.

    • Il mercato forex è aperto al pubblico 24 ore al giorno, a differenza della maggior parte degli altri mercati. Tre periodi principali definiscono il mercato forex quotidiano: le sessioni di trading di Tokyo, Londra e New York.

  • H

    • I risultati delle prestazioni date dai sistemi, che possono avere limiti intrinseci poiché non si assicura che un conto sia o sia in grado di raggiungere profitti o perdite simili a quelli mostrati. A causa della volatilità dei mercati, a volte ci possono essere variazioni tra i risultati delle prestazioni e i risultati effettivi. Tutti i segnali e le transazioni eseguite in un account demo sono considerati ipotetici.

    • La pratica di aprire più posizioni contemporaneamente, in cui una posizione minimizza il rischio di un'altra posizione.

  • I

    • Il deposito iniziale richiesto per entrare in una posizione come garanzia sulle prestazioni future.

  • L

    • Un ordine atto a chiudere uno scambio quando il mercato sposta una quantità specificata a vantaggio di una posizione.

    • Il rapporto tra l'importo utilizzato in una transazione e il deposito cauzionale richiesto; è anche chiamato margine.

    • Un'unità di trading per misurare l'importo di un affare; il valore dell'affare corrisponde sempre ad un numero intero di lotti.

    • Il sistema di trading che ha provocato la maggiore perdita in USD.

    • Il trade che ha portato al più grande profitto in USD.

  • M

    • Un deposito in buona fede che i trader presentano come garanzia per detenere posizioni. L'ammontare di margine che gli investitori mettono in atto determina il loro effetto leva.

    • Una richiesta di un intermediario o di un rivenditore per ulteriori fondi o altre garanzie per preservare le prestazioni su una posizione che è stata sfavorevole nei confronti del cliente.

    • Un dealer che quota regolarmente i prezzi bid e ask ed è pronto a creare un mercato a due lati per qualsiasi strumento finanziario.

    • Il numero di posizioni che un sistema può mantenere contemporaneamente in una coppia. Ad esempio, un sistema con sei posizioni massime può aprire sei posizioni contemporaneamente; se gli utenti tradano questo sistema a 0.1 lotti, potrebbero avere sei posizioni aperte a 0.1 lotti (60.000).

    • Il più grande calo di un sistema dal suo picco di saldo netto alla sua valle del saldo netto.

  • P

    • La più piccola unità di prezzo per qualsiasi valuta estera. Queste sono in genere cifre aggiunte o sottratte dalla quarta cifra decimale, ad es. 0,0001. Sono anche chiamati punti.

    • Le partecipazioni totali compensate di una determinata valuta.

    • La differenza tra il prezzo aperto e il prezzo corrente in una transazione, moltiplicato per il numero di lotti nell'ordine. Un valore positivo indica un profitto, mentre un numero negativo indica una perdita. È anche noto come "P / L" e Gain / Loss.

    • Una raccolta di investimenti di proprietà della stessa persona o organizzazione. Nella piattaforma DupliTrade, questo include i sistemi utilizzati da un trader.

    • Nel trading automatico, questo si riferisce al successo di un sistema in termini di profitto generato, pips netto accumulato e tasso di aggiustamento del rischio, tra le altre cose.

    • Questo mostra quante volte il profitto lordo di un sistema ha superato la perdita lorda; più grande è il valore, meglio è.

    • Profitti o perdite generati da un sistema che utilizza dimensioni di trading di 100.000, incluso il costo del mantenimento.

    • Il Pay Off atteso (profitto medio per operazione) è calcolato dal profitto diviso per il numero totale di trade.

  • Q

    • Un prezzo di mercato indicativo per una coppia di valute che viene normalmente utilizzata a solo scopo informativo.

  • R

    • La chiusura simultanea di una posizione aperta per la data di valuta del giorno e l'apertura della stessa posizione per la data di valuta del giorno successivo a un prezzo che riflette il differenziale del tasso di interesse tra le due valute.

    • Il prezzo di una valuta in termini di un'altra, tipicamente utilizzato per scopi di scambio.

    • L'impiego di analisi finanziarie e tecniche di trading atte a ridurre e / o controllare l'esposizione a vari tipi di rischio.

    • L'acquisto e la vendita di una determinata quantità di valuta; questo è anche noto come giro tondo.

    • Un  prezzo massimale specifico al quale l'analisi tecnica conclude che gli operatori venderanno; questo è l'opposto del supporto.

    • L'inversione della strategia implementata da un sistema, in cui i suoi segnali eseguono gli ordini opposti a quelli originariamente previsti; ad esempio, i segnali di acquisto diventano segnali di vendita. È anche conosciuto come "contrarian trading".

    • Una misura diretta del rendimento di un sistema, in pips diviso per il drawdown massimo. Ad esempio, un RAR di quattro significa che i ritorni sono quattro volte maggiori del suo drawdown massimo.

  • S

    • La differenza tra i prezzi bid e l' offerta per una coppia di valute.

    • Un'istruzione a un broker, banca, market maker o altra istituzione finanziaria per vendere una valuta.

    • Quando viene venduta la valuta di base nella coppia, la posizione è considerata corta. Queste sono posizioni che beneficiano di un calo del prezzo di mercato.

    • Un ordine a comprare sotto o vendere sopra il mercato ad un valore prestabilito. Viene utilizzato quando si presume che il prezzo continuerà ad andare nella stessa direzione.

    • Un ordine atto a chiudere un trade quando il mercato sposta un importo specifico contro la posizione.

    • La vendita e l'acquisto simultanei della stessa quantità di una determinata valuta a un tasso di cambio a termine.

    • Un piano tariffario specifico al quale l'analisi tecnica conclude che gli operatori acquisteranno; questo è l'opposto della resistenza.

    • La persona o il gruppo che crea sistemi informatici che a loro volta generano segnali.

    • Compra e vendi gli ordini generati dai sistemi informatici secondo una serie di regole predefinite. Nel trading automatico, i segnali possono essere eseguiti senza l'intervento umano.

    • Insiemi di regole o algoritmi predefiniti, scritti in codice informatico per stabilire segnali, che sono ordini di acquisto o di vendita.

    • Il giorno in cui il sistema è stato aggiunto alla piattaforma di trading.

  • T

    • L'arte di prevedere i movimenti dei prezzi attraverso lo studio di schemi grafici, segnali indicatori, letture del sentiment, volume e interesse. Non si concentra sui dati economici, a differenza dell'analisi fondamentale, ma piuttosto sull'interpretazione dei dati sui prezzi.

    • Una caratteristica allegata agli ordini stop-loss, in base alla quale la posizione di stop viene automaticamente spostata a vantaggio del trader in quanto il mercato si sposta a suo vantaggio.

    • Una variazione minima del prezzo, in aumento o in diminuzione.

    • Il valore monetario totale di tutte le transazioni eseguite durante un determinato periodo di tempo; è anche noto come volume.

  • W

    • La percentuale di operazioni vincenti di un sistema rispetto alla quantità totale di operazioni aperte.